NEL 21° SECOLO ESISTERANNO DUE TIPI DI AZIENDE : QUELLE ONLINE , E QUELLE FALLITE .

COME INTERNET E LA TECNOLOGIA STANNO RIVOLUZIONANDO IL MONDO DEGLI ACQUISTI

Bill Gates , già diversi anni fà , in un suo speech disse :”Nel 21° secolo esisteranno due tipi di aziende : quelle che saranno online e quelle che non esisteranno più” . Diversi anni dopo questa sua affermazione , ha torto oppure ha ragione ? Scopriamolo insieme .

Innanzitutto , come dico sempre , l’era industriale è già abbondantemente terminata anni fà , lasciando il passo all’era informatica .

Tuttavia , mentre la tecnologia continua e continuerà sempre ad avere una crescita esponenziale verso l’alto , l’uomo continua ad avere una crescita lineare : è restio al cambiamento , anche se le sue abitudini dicono esattamente il contrario . Guardiamo per esempio la tabella qui sotto , che mette in contrapposizione due colossi americani : Amazon , praticamente un e-commerce nato dal nulla nel lontano 1994 , e Walmart , catena di negozi al dettaglio ( quindi a contatto con il pubblico ) , nata nel 1962 .

Walmart vs Amazon

Come ha fatto Amazon , nata in un’era in cui Internet era ancora visto come un mostro ( mi ricorda molto le criptovalute oggi : tutti ne hanno paura perchè disinformati , mentre tra qualche anno le utilizzeremo quotidianamente , senza problemi ) , a prendere una fetta di mercato così ampia , rispetto ad un colosso che operava da quasi 60 anni sul mercato ?

Anche qui , un attimo di commozione intellettuale per Walmart : nonostante operasse da decine di anni nel mercato della vendita al dettaglio , ha “percepito” negli ultimi anni il pericolo di essere “amazzonata” ( spazzata via da Amazon ) , ed è subito corsa ai ripari , implementando la propria struttura informatica ( dando per esempio la possibilità ai propri clienti di acquistare beni online ) , e riuscendo a rimanere al passo con i tempi .

Altro dato preoccupante , che non tutti sono abituati a percepire : Amazon è un colosso hi-tech , che fattura 427 Miliardi di $ all’ anno . Possiede un solo store online , e dà da mangiare a 341.000 dipendenti . Walmart , dalla sua , fattura 221 Miliardi di $ , è stata l’azienda con il più alto fatturato nel mondo per decenni , e dà da mangiare a oltre 2 Milioni di persone . Giusto per dare un’idea , 2 Milioni di persone , corrispondono praticamente a tutta Milano , se non di più .

Indovinate : qual’è una delle prossime mosse del colosso della vendita al dettaglio ? Automatizzare i propri stores . Se ci pensate , già qui in Italia , senza nulla togliere a nessuno , il ruolo del cassiere , è già stato ampiamente automatizzato dalle casse automatiche appunto . Quindi la domanda non è SE verranno automatizzati i supermercati e le grandi catene distributive , ma QUANDO verranno automatizzati . 

Tutto questo creerà una serie di “discrepanze” sociali , dove da una parte avremo grandi aziende , come Amazon e Walmart , che fattureranno miliardi di dollari , e avranno pochissimi dipendenti in proporzione . Dall’ altra parte , avremo sempre più persone che perderanno i propri posti di lavoro , e le cui competenze non serviranno più per il mercato .

COME SONO CAMBIATE LE NOSTRE ABITUDINI DI ACQUISTO , NEGLI ULTIMI ANNI ?

Sò che risulta essere un po’ difficoltoso ricordare le nostre abitduni di acquisto di 10 anni fà , ma proviamo a fare uno sforzo .

Internet esisteva , ma non aveva ancora invaso così massivamente la vita delle persone . Questo perchè gli “smartphones” dell’ epoca non avevano la potenza di calcolo per supportarlo pienamente . Mi ricordo benissimo che se per sbaglio entravo in Internet con il mio Motorola , mi si attivavano abbonamenti di ogni genere , quindi ne stavo assolutamente alla larga . Al contrario , riuscivo ad utilizzarlo molto bene stando seduto davanti al mio PC , perchè aveva la potenza di calcolo necessaria a farmi navigare senza interruzioni , e senza problemi .

I consumatori , in questa fase , uscivano ancora di casa per acquistare .

Poi la tecnologia ha fatto il suo corso , e siamo arrivati ad avere Internet sul nostro smartphone , sempre connesso e sempre con noi . E da qui sono cambiate le nostre abitudini di acquisto . Come rivela un recente articolo di Harvard Business Review , oggi i consumatori desiderano :

  • Flessibilità : i consumatori vogliono effettuare acquisti ovunque si trovino , e soprattutto vogliono ricevere i beni acquistati nel momento nel luogo in cui sono più comodi ;
  • Risparmiare : i consumatori non vogliono pagare il prezzo interamente , ma desiderano uno sconto o un ritorno di denaro . In questo , l’azienda per cui lavoro è avanti anni e luce rispetto a tutte le altre , perchè permette ai consumatori di risparmiare ovunque , dal bar sotto casa all’ online shop . Vi invito a contattarmi per saperne di più , visto il fatto che tutto ciò è gratis .
  • Raccogliere punti : i consumatori , desiderano non solo risparmiare , ma anche raccogliere punti . Vogliono essere , come dicono gli esperti , “fidelizzati” . Anche qui , la mia azienda , permette ai propri consumatori di risparmiare ovunque , utilizzando punti che magari abbiamo raccolto facendo benzina , o andando al bar a bere una birra . Anche qui vi invito a contattarmi per avere questa possibilità anche voi .

Sostanzialmente , possiamo ridurre questi tre punti sopra elencati , in un’ unica frase : i consumatori desiderano un’ “esperienza d’acquisto” ottimale . Vogliono acquistare comodamente online , risparmiare , raccogliere punti , vogliono ricevere una mail o un messaggino di conferma , e vogliono poter modificare tutto quanto a loro piacimento , in base alle proprie esigenze .

PICCOLE IMPRESE E INTERNET : O TI EVOLVI , O TI ESTINGUI

Abbiamo visto come Walmart sia riuscita , implementando il proprio sistema informatico ed i propri servizi , a stare al passo con i tempo , e a non venire “amazzonata” . Questo perchè probabilmente , data la sua longevità , disponeva del capitale e del know-how per farlo . Ma cosa ne sarà di tutte quelle piccole/medie imprese , che non dispongono degli stessi strumenti ? O si adeguano , o falliranno .

Partiamo dai dati : l’80% dei consumatori , preferiscono acquistare da negozi che offrono flessibilità nelle opzioni di consegna . Detto banalmente , i consumatori non hanno più voglia di uscire di casa per fare acquisti , ma come detto prima , vogliono la comodità . Non a caso il settore dell’ E-commerce , è uno di quelli in più rapida espansione , come raffigura l’immagine sottostante .

Crescita settore e-commerce

Un altro fattore chiave , troppo spesso considerato secondario , è la comunicazione : il consumatore vuole sentirsi “coccolato” , tramite messaggini ed e-mail . Ma questo non riguarda solo la vendita al dettaglio . Guardate la differenza tra Sky e Netflix : entrambi sono piattaforme di contenuti a pagamento , ma mentre con Sky devi “tribulare” per disdire l’abbonamento , con Netflix basta solo cliccare su un semplice pulsante “Disattiva abbonamento” . Inoltre Netflix comunica ai suoi utenti se desiderano rinnovare oppure no il proprio abbonamento , pochi giorni prima della scadenza , sempre in maniera “smart” . Insomma , una bella differenza di trattamento .

Uno studio del 2018 , ha dimostrato come i consumatori acquistino e raccomandino costantemente , aziende che li facciano sentire rispettati e “capiti” , ovvero aziende con cui instaurano una “linea comunicativa” . Lo stesso studio ha inoltre accertato , come le emozioni positive del cliente correlate all’ acquisto , siano uno dei fattori chiave per il successo di un’ azienda . E questo io lo conosco bene , dal momento che come dice Robert Kiyosaki , le idee vincenti del 21° secolo sono quelle basate sulla cura e sull’aiuto delle persone .

Last , but not least , come dicevo prima , la fidelizzazione è la vera arma vincente per le piccole/medie imprese : gli imprenditori che leggeranno questa frase , devono essere assolutamente consapevoli che non avere un buon programma di fidelizzazione ( che non è la tessera con 10 timbri , quella è un mancato guadagno se ci pensate bene , perchè ti privi del 10% di incasso ogni 10 timbri ) è un suicidio . Perchè ? Perchè i TUOI clienti , non esistono più , semplicemente . I tuoi tanto amati clienti , sono clienti anche degli altri nell’ era informatica , perchè se non li fai sentire importanti , non gli permetti di risparmiare e raccogliere punti , e non gli permetti di avere una buona esperienza di acquisto , la domanda che dovresti porti , da imprenditore evoluto , non è SE i tuoi clienti ti abbandoneranno , ma QUANDO ti abbandoneranno .

HAI DOMANDE O DUBBI SU CIO’ CHE HAI APPENA LETTO ? O HAI DOMANDE SULLA MIA ATTIVITA’ ? CONTATTAMI PRIVATAMENTE TRAMITE QUESTO FORM IN BASSO , ADORO SCAMBIARE OPINIONI SU QUELLO CHE SCRIVO O CHE FACCIO !

[contact-form-7 404 "Not Found"]